Aspetto un bambino, posso fare sport?

Aspetto un bambino, posso fare sport?

Dopo la gioia e l’entusiasmo della notizia seguono i primi dubbi e domande come se essere incinte comporti una sospensione della normalità, vissuta come un cambiamento ignoto e difficile da gestire in quanto sconosciuta. In un certo senso si tratta proprio di questo, di una rivoluzione nella propria vita che naturalmente investe te e anche il tuo futuro bambino. Come ogni rivoluzione è sinonimo di cambiamento e, soprattutto, per governarla al meglio, bisogna decidere cosa tenere e cosa lasciare. Tutte le rivoluzioni infatti non distruggono ma portano con sé le cose migliori dell’epoca precedente! Bene, allora è proprio il caso di dire che lo sport o l’attività fisica in generale è una di queste cose: basta seguire poche semplici regole e potrai tranquillamente muoverti anche nei primi 3 mesi, dopo aver escluso alcune controindicazioni direttamente con il tuo medico di fiducia.

Ad esempio, questi sono alcuni dei casi in cui è meglio evitare di fare sport in gravidanza:
1. minaccia d’aborto;
2. placenta previa;
3. ipercontrattilità uterina;
4. ritardo di crescita fetale.

Vantaggi dello sport in gravidanza

Se il ginecologo esclude queste o altre patologie, fare sport è salutare per la mamma e per il bambino grazie all’ effetto positivo sull’umore e il rilascio di endorfine che migliorano il benessere psico emotivo di feto e mamma. Fare sport rafforza anche i muscoli paravertebrali che aiutano la schiena a sostenere il peso del pancione. Un altro miracoloso vantaggio dello sport è il controllo del senso di fame, dato che il cibo e il movimento fisico agiscono entrambi sulla serotonina, che è l’ormone del buonumore ma, come sappiamo, con esiti diversi. Lo sport genera buonumore ed, in più, tonifica e modella il corpo, il cibo, soprattutto quando grasso, in surplus e poco sano, oltre al buonumore ci lascia grasso in eccesso.

Nel periodo della gravidanza sappiamo quanto sia importante tenere sotto controllo il peso per evitare che le famigerate “voglie” dominino il nostro appetito. Lo sport è un valido aiuto nel controllo delle “voglie” e delle calorie da ingerire a fronte di quelle consumate.

Altro beneficio dello sport in gravidanza è il miglioramento della circolazione sanguigna in un periodo in cui i gonfiori e l’affaticamento delle gambe sono un disagio frequentissimo!

Alcune linee guida per l’attività fisica con il pancione

Dopo aver escluso eventuali patologie e rasserenata sull’importanza e l’opportunità di proseguire la tua vita sportiva anche con il pancione, ricordati di seguire alcuni consigli utili a fare sport in sicurezza.
1. Se sei sempre stata attiva e hai sempre praticato sport allora potrai continuare a farlo anche durante i primi 3 mesi sempre però dopo aver ascoltato il parere del ginecologo che dovrà escludere eventuali patologie/impedimenti.
2. Se sei sempre stata sedentaria e desideri cominciare a fare sport adesso,orientati su discipline più soft, olistiche che non siano ad alto impatto perché in questo momento non è il caso di impegnarsi in attività troppo difficili. Per esempio yoga, pilates, ginnastica dolce.
3. Evita gli esercizi in posizione supina dopo il 4° mese di gravidanza.
4. Evita sport che richiedono salti ed implicano rischi di caduta.
5. La frequenza cardiaca non deve superare i 140 bpm e la temperatura corporea i 38°.

Torna in forma dopo la gravidanza con il Vip Center!

Aggiungi Commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *